PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Genova, Archivio di Stato, Raccolta cartografica, Disegno del borgo di Camogli con progetto di costruzione del molo (a. 1624)


Archivio Digitale del Sistema Archivistico Nazionale

L’Istituto Centrale per gli Archivi ha avviato un progetto per la realizzazione di un Archivio Digitale del Sistema Archivistico Nazionale utilizzando la piattaforma open source per la gestione integrata dei beni culturali MetaFAD .

In questa nuova infrastruttura informatica sarà possibile, da parte di ciascun Archivio di Stato, lo storage, la gestione e la pubblicazione online del proprio patrimonio di riproduzioni digitali effettuate nel corso degli anni.

L’architettura della digital library prevede un accesso personalizzato per ciascuno Istituto archivistico (nello stile del rinnovato Sistema Informativo degli Archivi di Stato) dedicato alla consultazione dei soli documenti digitalizzati ad esso afferenti.

Sarà, inoltre, richiesto agli Istituti archivistici di collaborare alla migliore definizione delle strutture archivistiche per una più corretta contestualizzazione delle collezioni di oggetti digitali.

Inoltre, nell’Archivio Digitale verranno recuperate le descrizioni inventariali con immagini del Sistema Informativo degli Archivi di Stato, al fine di rendere di nuovo disponibile un ricco patrimonio di digitalizzazioni.

La realizzazione tecnica del progetto è stata affidata tramite procedura negoziata ai sensi dell’art. 36 comma 2, lett. b) del D.Lgs: 50/2016 s.m.i., attraverso il sistema della Richiesta di Offerta (RDO) con ricorso al mercato elettronico (MEPA) fornito dalla centrale di committenza CONSIP e dal portale www.acquistinretepa.it, previa consultazione di 5 operatori economici. La procedura si è conclusa nel mese di febbraio 2019, con l’affidamento dello sviluppo della digital library basata sulla piattaforma MetaFAD al gruppo Meta s.r.l. 

Il cronoprogramma del progetto prevede le seguenti fasi:
– installazione del software MetaFAD (aprile-luglio 2019);
– manutenzione evolutiva del software MetaFAD (maggio 2019-marzo 2020);
– test di caricamenti di oggetti digitali appartenenti ad alcuni Archivi di Stato nella piattaforma MetaFAD (maggio 2019-marzo 2020);
– recupero delle descrizioni inventariali del Sistema Informativo degli Archivi di Stato (ottobre 2019-marzo 2020);
– servizi di manutenzione correttiva (aprile 2019-marzo 2020).

 



Ultimo aggiornamento: 07/11/2020