PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Aldo Moro con i giornalisti a conclusione della prima giornata di consultazioni in seguito alla crisi di governo, Roma 31 ottobre 1974. In secondo piano a sinistra un sorridente Walter Tobagi (Centro documentazione Archivio Flamigni, Fondo Aldo Moro)


Architettura informativa del nuovo Portale

Il modello concettuale del nuovo sistema e le relative funzionalità di accesso e fruizione dei contenuti in esso integrate è ricondotto ad una struttura informativa caratterizzata principalmente da una rappresentazione maggiormente esplicita, analitica e formalizzata della conoscenza di dominio espressa e da una migliore contestualizzazione di tali dati, nei quali risultano incluse le fonti archivistiche di riferimento.

L’architettura concettuale del nuovo Portale si basa sulla individuazione delle principali entità che caratterizzano il dominio, già presenti ˗ ma solo implicitamente ˗ nella struttura e nei contenuti dell’attuale sistema. Di queste entità sono stati definiti attributi descrittivi e mutue relazioni, in modo da garantire – nella gestione e nella pubblicazione dei contenuti - autonoma evidenza a tutte le dimensioni informative confluenti nel Portale.

Conseguentemente a questa ridefinizione del modello, ognuna di tali entità può fungere da orientamento e filtro per l’accesso, la ricerca e la fruizione delle informazioni del sistema. Particolarmente rilevante a questi fini risulta essere la prevista attività di costruzione di tassonomie di termini e concetti, nonché l’elaborazione di strumenti di authority di persone, organizzazioni, luoghi ed eventi ritenuti di riferimento per la base di conoscenza resa fruibile attraverso il Portale.

La rappresentazione in formato semantico di questi strumenti fornirà inoltre la base ontologica di riferimento anche per le attività automatiche di annotazione semantica della documentazione primaria offerta in consultazione dal sistema, ora consultabile – attraverso il sito Fonti Italia repubblicana – in un ambiente privo di effettive interazioni con le altre sezioni del Portale, in modo da poter rendere concettualmente integrate e efficacemente interoperabili tutte le componenti informative presenti.

 

 



Ultimo aggiornamento: 07/11/2020