PEC: mbac-ic-a[at]mailcert.beniculturali.it   e-mail: ic-a[at]beniculturali.it   tel: (+39) 06 5196.0286

Istituto Centrale per gli Archivi - ICAR

Approfondimenti

Pagine su EAC-CPF nel sito della Staatsbibliothek zu Berlin


EAC-CPF

Pagina del catalogo di giocattoli in gomma Pirelli relativa a sonagli per bambini, Milano 1902 (Fondazione Pirelli, Archivio storico, Fondo Documenti per la storia delle Industrie Pirelli)

EAC-CPF - Encoded Archival Context-Corporate Bodies, Persons and Families intende costituire uno standard per la codifica in XML e l'interscambio di record di autorità basati sull'International Standard Archival Authority Records for Corporate Bodies, Persons and Families – ISAAR (CPF).

Esso trae origine da un gruppo di lavoro internazionale riunitosi per la prima volta a Toronto nel marzo 2001, la cui attività produsse, nel 2004, una versione beta dello standard che fu sperimentato in vari progetti europei e americani. Nel 2007 l'iniziativa fu ripresa sotto l'egida della Society of American Archivists, che costituì un nuovo gruppo di lavoro, ampiamente rappresentativo del mondo archivistico europeo e statunitense. Nel meeting tenutosi a Bologna nel maggio 2008, grazie al supporto della Gladys Krieble Delmas Foundation, dell'Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, dell'Archivio di Stato di Bologna, il gruppo di lavoro stabilì le linee fondamentali della struttura e degli elementi dello standard. Il lavoro, proseguito per posta elettronica e conference call, portò, nell'agosto 2009, alla redazione della bozza definitiva della nuova versione dello standard, sulla quale la comunità archivistica internazionale fu chiamata ad esprimere osservazioni e commenti. Il tracciato definitivo dello standard, il relativo schema e la tag library sono stati rilasciati nel marzo 2010.

La struttura dello standard è basata su due elementi contenitori obbligatori, <control> e <cpfDescription> o in alternativa <multipleIdentities>. L'elemento <control> raccoglie i dati relativi alla produzione e all'aggiornamento del record EAC-CPF; l'elemento <cpfDescription> contiene informazioni sull'entità descritta e le relazioni con le entità e le risorse informative connesse. L'elemento <multipleIdentities> è utilizzato quando l'entità presenta molteplici identità, che devono essere descritte singolarmente.



Ultimo aggiornamento: 07/11/2020